Settimana Santa 2016


“Non sfugge a nessuno che stiamo vivendo giorni quali ci sembrava di non dover vivere mai. Perfino ad attardarsi sulla rievocazione delle violenze si ha l’impressione di essere stancamente ripetitivi. La situazione internazionale, gli eccidi, gli spettacoli della fame ci sfilano davanti agli occhi come grondaie inconsumabili, e si ha la tentazione di pensare a situazioni senza sbocco. La nostra coscienza morale esce schiacciata da questa temperie di dolore. È il tempo del torchio. Il nostro animo si gonfia di turbamento. Siamo presi dallo sconforto…”.

“Se è vero che ogni cristiano deve accogliere la sua croce, ma deve anche schiodare tutti coloro che vi sono appesi, noi oggi siamo chiamati a un compito dalla portata storica senza precedenti: «Sciogliere le catene inique, togliere i legami del giogo, rimanda re liberi gli oppressi» (Is 58,6). Pertanto, non solo dob­biamo lasciare il «belvedere» delle nostre contem plazioni panoramiche e correre in aiuto del fratello che geme sotto la sua croce personale, ma dob biamo anche individuare, con coraggio e intelligenza, le botteghe dove si fabbricano le croci collettive”.

Don Tonino Bello


Clicca sull’immagine per scaricare la locandina

SETTIMANA-SANTA-16