Confraternita


Banner 16


La Confraternita “Maria SS. di Pietraquaria”, costituita Canonicamente con bolla vescovile l’ 8 giugno 1891, con sede nel santuario, è una associazione pubblica di fedeli laici al fine di partecipare alle grazie, ai privilegi e alle indulgenze concesse e da concedersi in avvenire dai Sommi Pontefici.

La Confraternita, a norma dello Statuto, persegue i seguenti fini:

– costituire una comunità ecclesiale viva, nella quale i Confratelli e le Consorelle siano aiutati a realizzare la propria vocazione cristiana;

– curare la formazione permanente dei soci;

– sostenere le manifestazioni del culto pubblico e della religiosità popolare, promuovere iniziative di carattere educativo, culturale, di assistenza e di accoglienza;

– alimentare e fortificare in modo speciale l’amore e la devozione alla Madonna.


STORIA

La Confraternita “Maria SS. di Pietraquaria” sorse per volontà di alcuni fedeli che la domenica mattina raggiungevano a piedi il Santuario per pregare insieme e cantare le lodi alla Madonna, per cui sentirono l’opportunità di costituire una associazione, con il beneplacito del Vescovo dei Marsi, adottando delle norme che regolamentassero sia la vita stessa che il comportamento in pubblico e in privato di coloro che ne entrassero a far parte. In tal senso, una formale richiesta, corredata da apposite regole, fu avanzata al Vescovo dei Marsi Mons. Michelangelo Sorrentino in data 2 gennaio 1852 da Giovanni Falcone anche a nome di numerosi devoti della Madonna. La richiesta non ebbe seguito in quanto non si ottenne il beneplacito di Sua Maestà Ferdinando II a causa delle vicende politiche dell’Unità d’Italia. Successivamente in data 27 gennaio 1891 analoga richiesta venne formulata da Tommaso Del Rosso, sempre a nome dei devoti della Madonna, al Vescovo dei Marsi Mons. Enrico De Dominicis il quale dopo aver richiesto ed ottenuto il 13 marzo dello stesso anno una sottoscrizione da parte dei fedeli, in data 8 giugno 1891, eresse canonicamente la Confraternita sotto il titolo di “Maria SS. di Pietraquaria” approvando nel contempo le regole presentate. Inoltre, al fine di partecipare alle grazie, ai privilegi ed alle indulgenze concesse e da concedersi in avvenire dai Sommi Pontefici, la Confraternita di Pietraquaria fu aggregata , con diploma rilasciato il 2 luglio 1891 dal P. Proposito Generale della Compagnia di Gesù, alla Prima Primaria di Roma, madre di tutte le Confraternite Mariane. La Confraternita inizia la sua attività in data 27 settembre 1891 con una solenne cerimonia religiosa officiata nel santuario da Padre Pietro da Balsorano, guardiano dei Cappuccini d’Avezzano. Nel 1915, a seguito del terremoto in cui morirono quasi tutti gli abitanti di Avezzano nonché della prima guerra mondiale, l’attività cui sopra subì un’interruzione. Nel 1922 i pochi confratelli superstiti fecero risorgere l’associazione a nuova vita cui aderirono man mano altri confratelli. Nel 1991 la Confraternita ha ricordato degnamente e festeggiato solennemente il Centenario della sua costituzione; numerosi confratelli e consorelle hanno partecipato alla Santa Messa nel Santuario che, per la circostanza, è stata celebrata dal Vescovo dei Marsi Mons. Armando Dini. Inoltre, sulla base delle indicazioni suggerite dalla Conferenza Episcopale Abruzzese – Molisana, la Confraternita ha provveduto recentemente ad aggiornare lo statuto associativo per adeguarlo alle nuove realtà della Chiesa prevedendo anche ampi spazi per l’evangelizzazione, la formazione, l’impegno di assistenza e di carità al fine di agire in sintonia con gli insegnamenti del Concilio Vaticano II. L’attività della Confraternita è seguita dal popolo di Avezzano e della Marsica con particolare interesse suscitando sempre consensi ed apprezzamenti per quanto è stato realizzato in Pietraquaria.


STRUTTURA

  • Priore: Il priore è il Capo della Confraternita. Egli convoca e presiede l’Assemblea Generale ed il Consiglio Direttivo, diriger la vita dell’Associazione e ne
    ha legale rappresentanza.
  • Il Consiglio Direttivo: Il Consiglio Direttivo è composto da 12 membri di cui il Priore, il Vice Priore, il Maestro dei Novizi, il Tesoriere, il Segretario e n. 6 Consiglieri di cui n. 3 Consorelle ed inoltre n. 3 Revisori dei Conti. Essi durano in carica tre anni, sono rieleggibili e non hanno diritto ad alcun compenso. Il Consiglio Direttivo è investito dei più ampi poteri per l’amministrazione della Confraternita. Esso delibera, pertanto, su tutti gli atti e le operazioni che comunque rientrino nello scopo da perseguire. Compie, previo accordo con l’Ordinario ed il Rettore del santuario, tutte quelle azioni necessarie per la tutela e la valorizzazione della chiesa. Il Consiglio Direttivo è presieduto dal Priore e viene convocato da questi ordinariamente ogni tre mesi, in seduta straordinaria su richiesta di almeno cinque membri.
  • Il Maestro dei Novizi: al Maestro dei Novizi spetta formare i nuovi Confratelli e Consorelle nello spirito e nell’osservanza delle regole.
  • Il Tesoriere: il tesoriere ha la gestione ordinaria dei beni della Confraternita che amministrerà sotto la sorveglianza del Priore e del Consiglio.
  • Il Segretario: il Segretario è alla dipendenza diretta del Priore; terrà la corrispondenza, diramerà avvisi di convocazione, redigerà verbali e deliberazioni, gestirà l’archivio.
  • I Revisori dei Conti: i Revisori dei Conti devono controllare la regolare tenuta dell’amministrazione della Confraternita.
  • La Congregazione Generale: la Congregazione Generale è composta da tutti i Confratelli e da tutte le Consorelle. E’ convocata ordinariamente dal Priore una volta l’anno per approvare la relazione finale ed il rendiconto economico, esaminare le linee direttive dell’Associazione, proposte dal Consiglio. Può essere convocata in seduta straordinaria mediante avviso con l’ordine del giorno, Non sono ammesse deleghe. Le deliberazioni sono adottate con il voto di maggioranza assoluta dei Confratelli e delle Consorelle presenti.

ISCRIZIONE

Il numero dei Confratelli e delle Consorelle è illimitato; per essere Confratelli bisogna aver compiuto 18 anni di età, aver condotta morale, religiosa e civile irreprensibile tanto in privato come in pubblico, particolare devozione alla Madonna e dare serio affidamento di frequenza e di zelo per l’onore della Confraternita, aver prestato giuramento; chi desidera essere Confratello e Consorella deve inviare al Consiglio della Confraternita domanda per iscritto precisando:

  • Cognome e nome;
  • Data di nascita;
  • Domicilio;
  • Impegno all’osservanza delle norme statutarie.

Le funzioni per la vestizione saranno svolte nel santuario dal Retore dello stesso o da sacerdote all’uopo delegato con tutte le formalità e solennità del rito e cerimoniale proprio. Ciascun associato è tenuto a versare annualmente alla Confraternita, per l’attività della stessa, una quota stabilita periodicamente dal Consiglio Direttivo.

Scarica lo Statuto

Scarica le Promesse per l’inizio dell’anno di Prova o del Noviziato